I mochi sono i dolci giapponesi per antonomasia, fatti con farina di riso e ripieni, di norma, con marmellata di fagioli rossi. Morbidi e gommosi, sono un dolce perfetto da abbinare alle vostre cene giapponesi!

Questa variante della ricetta usa l’artemisia per dare al dolce il colore verde, ma voi potete ovviamente fare a meno di usarla (e ottenere quindi un impasto bianco), o usare altri ingredienti per “colorare” i vostri mochi (al posto dell’artemisia potete usare il tè verde, oppure i coloranti naturali).

INGREDIENTI (per 12 mochi)

– 180gr di farina di riso glutinoso
– 180cc di acqua tiepida
– 100gr di foglie fresche di artemisia
– 1 cucchiaino di bicarbonato
– 40gr di zucchero
– 180gr di pasta di azuki (fagioli rossi)

ISTRUZIONI

  1. Posizionate la farina di riso in una ciotola e mescolatela pian piano con l’acqua tiepida (consigliamo di farlo in 3 fasi così da amalgamare bene il tutto).
  2. Mettete un panno pulito alla base di una vaporiera precedentemente scaldata, dividete l’impasto in pezzi abbastanza grandi e cuocetelo a vapore per 14-15 minuti.
  3. Strappate le punte delle foglie di artemisia e bollitele per 2 minuti in acqua che avrete precedentemente mescolato con il bicarbonato. Scolatele, sciacquatele con acqua corrente per eliminare il sapore amaro e asciugatele bene.
  4. Tagliate finemente le foglie di artemisia e frullatele.
  5. Dividete la pasta di azuki in 12 parti uguali facendo delle piccole palline.
  6. Mettete l’impasto che avete cotto al punto 2 in una ciotola, aggiungete lo zucchero a più riprese mescolando bene con un pestello bagnato con acqua. Infine, mescolate l’impasto con le vostre mani (bagnate con acqua per evitare che l’impasto si attacchi alle dita).
  7. Aggiungete le foglie di artemisia frullate all’impasto, e mescolate finchè non diventa morbido e vellutato.
  8. Create 12 piccole palline con l’impasto ottenuto. Appiattite ogni pallina creando una forma circolare, e posizionate all’interno di ognuna l’impasto di azuki precedentemente preparato. Richiudete l’impasto formando una pallina.

Itadakimasu!